Qual è il materiale biodegradabile?

Qual è il materiale biodegradabile?

Nel linguaggio tipico, la parola biodegradabile ha un significato distinto da compostabile. Mentre biodegradabile significa semplicemente che un oggetto è in grado di essere decomposto da batteri o altri organismi viventi, "compostabile" nell'industria della plastica è definito come in grado di decomporsi in ambienti aerobici mantenuti in specifiche condizioni di temperatura e umidità controllate. Mezzi compostabili in grado di subire decomposizione biologica in un sito di compost in modo tale che il materiale non sia visivamente distinguibile e si decomponga in anidride carbonica, acqua, composti inorganici e biomassa ad una velocità compatibile con i materiali compostabili noti.
L'inclusione di "materiali inorganici" preclude che il prodotto finale venga considerato come compost, o humus, che è materiale puramente organico [opinione]. In effetti, secondo la definizione ASTM, l'unico criterio necessario affinché una plastica possa essere definita compostabile è che deve sembrare che se ne vada alla stessa velocità di qualcos'altro che si sa già essere compostabile secondo la definizione tradizionale.
Le buste di plastica possono essere rese "oxo-biodegradabili" essendo prodotte da un normale polimero plastico (es. Polietilene) o polipropilene incorporando un additivo che causa la degradazione e quindi la biodegradazione del polimero (polietilene) a causa dell'ossidazione